Tag Archivio per: Claudio Lazzaretti

Il Presidente Claudio Lazzaretti – e  tutta la Famiglia dell’Athletic Carpi – esprimono le più sincere condoglianze al Forlì Calcio – e alla famiglia Di Fabio – per la scomparsa del Direttore Sportivo Carlo Di Fabio.

Il Presidente Claudio Lazzaretti e tutta la Famiglia dell’Athletic Carpi esprimono le più sincere condoglianze al Preparatore David Morelli per la scomparsa dell’amato Papà.

Nella mattinata di Sabato 26 Febbraio 2022 si è tenuta, presso “Palazzo Scacchetti”, una riunione indetta dall’Amministrazione Comunale che ha visto partecipare, per l’Athletic Carpi, il Presidente Claudio Lazzaretti ed il Direttore Generale Ruggero Bellini.

 

Nel corso di tale incontro le parti si sono rinnovate la disponibilità al dialogo ed alla cooperazione al fine di garantire un futuro all’attività calcistica di vertice nella nostra Città.

La delegazione biancorossa ha però puntualizzato, con fermezza, come il perdurare delle attuali condizioni, con particolare riferimento all’impossibilità sia di siglare una convezione sia di poter fruire completamente degli impianti, rischi di compromettere la programmazione e gli investimenti necessari per il prossimo campionato ponendo in seria discussione la prosecuzione delle attività per la stagione 2022/23.

 

Buon anno a tutti i tifosi del Carpi !!!

Si è appena concluso un 2021 difficile da dimenticare, per tanti motivi, ma davvero ricco di emozioni. In queste poche righe, vorrei riassumere questi primi passi di un nuovo percorso insieme, caratterizzato da una prima fase febbrile ed emergenziale, che ora deve lasciare spazio alla programmazione del nostro futuro. Quattro mesi fa mi sono buttato in questa avventura con l’entusiasmo di un ragazzino ma al contempo la responsabilità di non poter lasciar sparire il calcio nella nostra Città. Una sfida, da tanti (addetti ai lavori e non) considerata una follia, che grazie grazie all’affetto e al supporto costante dei miei figli, di collaboratori fidati e dei tifosi, considero vinta.
Sul campo avremmo dovuto e forse potuto racimolare qualcosa in più, in termini di punti e risultati. Tuttavia siamo ancora all’inizio di un percorso nuovo che, ancora oggi, rimane lastricato di tanti, troppi ostacoli. I miei calciatori e i componenti dello staff, hanno sempre accettato di allenarsi e lavorare in condizioni precarie, senza mai proferire una sola parola. Ragazzi  e Uomini per bene, veri professionisti che sono certo, se messi nella condizione migliore di poter performare, possano darci tante soddisfazioni.
Sento forte la responsabilità di essere al timone di una squadra che deve e vuole essere protagonista. Non perchè la storia recente abbia portato i nostri colori a calcare i più suggestivi campi d’Italia, bensì perchè amo questa maglia e mi emoziono ogni singola volta che la vedo scendere sul rettangolo verde. Lo meritano i tifosi un Carpi forte: uomini e donne che hanno accolto e supportato, finendo per emozionarmi ogni qual volta sento i loro cori, uno in particolare, non facendoci mai mancare calore e supporto e di fatto annullando sempre il fattore campo per i nostri avversari.
Fra poche settimane dovremmo finalmente poter entrare nel nostro Stadio “Cabassi”. Vederlo in uno stato di totale abbandono, quest’estate come ora, rappresenta una ferita aperta e dolorosa per me e per tutti quelli che hanno sempre amato questo impianto, gioendo e soffrendo all’interno di esso. Deve, nel più breve tempo possibile, tornare ad essere la casa dei carpigiani: un luogo gradevole, curato e sempre pronto ad accogliere non solo atleti ed addetti ai lavori ma anche chiunque voglia godersi un pomeriggio di spensieratezza ed emozioni. Sogno un “Cabassi” pieno un domani, con i nostri due colori a sovrastare tutto e tutti. In questo senso la sfida che lancio è quella di portare le nove generazioni, e più in generale quella parte di Città che non ha mai provato l’esperienza di seguire il Carpi, ad amare questa maglia, con orgoglio e senso di appartenenza. Se lavoreremo sodo e sapremo coinvolgere tutti, sono certo non si tratti di un’utopia. Tante sono le sfide che ci attendono, ma se saremo uniti sono certo che potremmo scrivere pagine importanti della storia di questi gloriosi colori.
Ah, dimenticavo il coro che riesce sempre ad emozionarmi: “Che bello è, quando esco di casa… per andare allo Stadio…  a tifare il mio Carpi“!
Ancora tanti auguri a tutti!
Claudio Lazzaretti 

La Società Athletic Carpi rende nota la scelta di affidare la panchina della prima squadra al tecnico brasiliano classe ’82 Romulo Togni.

 

Ex mediano di grande qualità, una volta appese le scarpette al chiodo dopo aver collezionato oltre 360 presenze nel calcio italiano impreziosite da trenta reti, due delle quali messe a segno in Serie A nella stagione 2012-13 con la maglia del Pescara, Togni ha deciso di intraprendere la carriera da allenatore guidando il Mezzolara (Serie D), compagine nella quale aveva chiuso la carriera da atleta nella stagione 2017-18, sino al termine della scorsa stagione.

 

Il neo tecnico biancorosso dirigerà la prima seduta d’allenamento nell’immediato pomeriggio, alle ore 14.30, presso il Campo Sportivo di Via Sigonio. La sua presentazione ufficiale alla stampa sarà comunicata in un secondo momento ai media e agli organi di settore.

Pubblichiamo di seguito una dichiarazione del Presidente Claudio Lazzaretti, in merito alla gara di oggi disputata sul campo della capolista Rimini:

 

“In merito alla prestazione ed al risultato odierno, volevo esprimere la mia posizione. Ritengo semplicemente inaccettabile che il Carpi possa uscire da un terreno di gioco con un passivo tanto pesante. Ancor più preoccupante ho trovato la rassegnazione in campo, da parte dei miei giocatori: siamo risultati inferiori al Rimini sotto tutti i punti di vista, tecnico e tattici, ma l’atteggiamento doveva essere completamente differente.

Noi non possiamo essere questi. Noi non vogliamo essere questi, ed anche qualora dovessimo pagare in futuro “gap” tecnici, rispetto all’avversario di turno, è obbligatorio e tassativo provarci sempre, combattere e non rassegnarsi mai. La maglia biancorossa va onorata e di conseguenza è importante dimostrare di esserne all’altezza: penso sia corretto precisare come da stasera, specialmente in una situazione di mercato aperto, nessun componente del gruppo squadra possa o debba ritenersi esente da responsabilità o da valutazioni in merito al proprio operato.

I tifosi del Carpi meritano di essere ricambiati con ben altre prestazioni per la passione che ci trasmettono in ogni partita. Lo meritano loro e tutte le persone che tengono a questa squadra, a questa maglia e a questi colori”.

 

Claudio Lazzaretti

Riportiamo di seguente la nota del Presidente Claudio Lazzaretti in merito alla sentenza del Consiglio di Stato:

 

“Abbiamo il piacere di apprendere che il Consiglio di Stato in Roma, a seguito dell’udienza del 18-11-2021 svoltasi in Camera di Consiglio, verificata la correttezza delle procedure adottate dalla nostra Società per l’iscrizione al campionato di Serie D, ed al titolo sportivo concesso dalla F.I.G.C. all’Athletic Carpi, ha respinto il ricorso del Carpi Fc 1909 srl legalizzando di fatto il percorso sportivo della nostra Società che proseguirà ora, con rinnovato vigore, pensando finalmente solo al campionato”.

 

Lavoropiù sposa il progetto dell’Athletic Carpi e scende in campo con la maglia biancorossa.

 

A partire dalla stagione 2021-2022 l’Agenzia per il lavoro campeggerà sulle divise ufficiali da gara “home” ed “away” indossate da Capitan Simone Aldrovandi e compagni.

Un interesse reciproco e spontaneo che ha reso la partnership naturale. Forza, coraggio, voglia di fare squadra e disponibilità al sacrificio e al duro lavoro: sono questi i tratti distintivi di questo sodalizio. Lavoropiù ha scelto di scommettere non solamente sul progetto tecnico del Patron Claudio Lazzaretti, bensì sulla comunità carpigiana, aprendo una nuova filiale in città in Via Carlo Marx 49, proprio a due passi dallo Stadio “Sandro Cabassi“.

Barbara Martelli (Responsabile Marketing Lavoropiù): “L’Athletic Carpi è una realtà giovane, ambiziosa, ma che ha alle spalle una storia importante. Ci auguriamo che da questa partnership si possa creare valore per la comunità carpigiana. Per una società come Lavoropiù, quella con i biancorossi è una collaborazione che va oltre le logiche commerciali, e riguarda piuttosto temi come la passione per lo sport, la determinazione nel proprio lavoro e il forte legame con la comunità locale. Questo è un territorio in cui Lavoropiù crede molto, tanto che la filiale di Carpi è stata una delle prime aperture previste nel nostro nuovo piano di espansione: un progetto che nel prossimo triennio ci porterà a rafforzare la nostra presenza in tutto il centro-nord Italia.”

Claudio Lazzaretti (Presidente Athletic Carpi): “Siamo orgogliosi che un brand tanto importante, che storicamente affianca il proprio logo a società blasonate o a leghe professionistiche, abbia deciso di investire nel nostro progetto tecnico di ripartenza a Carpi. Per noi la maglia è appartenenza, è attaccamento ai nostri colori e responsabilità per i nostri valori. Benvenuta Lavoropiù!”

 

Sarà Radio Modena 90 il media partner ufficiale dell’Athletic Carpi nel campionato di Serie D 2021-2022.

 

L’emittente, anche in questa stagione sportiva, non ha voluto far mancare il proprio supporto, tecnico e mediatico, alla squadra di calcio della nostra Città. Un segnale di affetto importante per il quale il Presidente Claudio Lazzaretti ringrazia l’editore Gianni Prandi e tutti i suoi collaboratori. Tutte le gare di campionato della squadra biancorossa senza eccezione saranno udibili, in diretta ed in esclusiva, sui vari canali di ascolto dell’emittente radiofonica.

 

RIFERIMENTI PER ASCOLTARE LE DIRETTE DELL’ATHLETIC CARPI 

Frequenza FM (Per tutta la Provincia): 88.2

Sito internet: https://www.modena90.it/

App per dispositivi Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.mumble.nooko.modena90

App per dispositivi Apple:  https://apps.apple.com/it/app/modena90/id1188733639

La Società Athletic Carpi e il Presidente Claudio Lazzaretti si stringono al dolore di Rino Davolio, team manager della selezione Juniores, e della sua famiglia, per la scomparsa dell’amata mamma Anna.